Torna a tutti gli articoli
brand community on social media
Marketing tips Marketing tips

Come creare una community online e farla crescere in 4 step

Di , 8 dicembre 2021 Tempo di lettura: 6 minuti

Che tu venda accessori per criceti, vestiti da clown o calze per orecchie, creare una community online rimane una delle strategie di marketing organico più efficaci che esistano. Il perché è presto detto: avere un seguito sul web e sui social ti permette non solo di farti conoscere come brand, ma anche di sondare quali sono i desideri della tua nicchia e creare una connessione umana con chi è o potrebbe essere interessato ai tuoi prodotti.

Dico ‘potrebbe’ perché una community online non è formata solo da chi compra i tuoi articoli: questi sono sicuramente una parte molto importante del tuo seguito (d’altronde, qui ci vuole pur qualcuno che faccia andare avanti la baracca), ma devi tenere in considerazione anche quei gruppi che non sono ancora altamente investiti nel tuo business e che però, con la giusta strategia di marketing, potrebbero trasformarsi in follower fedeli e nuovi clienti

Detto ciò, quando mai costruire qualcosa di bello e funzionante è stato un lavoro semplice? Andiamo dunque a vedere come creare una community online e farla crescere nel modo più efficace possibile.

Definisci il tuo scopo aziendale

La comunicazione è l’anima di ogni business e, senza una buona strategia, campa cavallo a coinvolgere gruppi di persone! Prima di definirla, però, è necessario che tu ti ponga una domanda fondamentale: qual è lo scopo del tuo brand? Per quale motivo esiste la tua attività? La risposta che darai ti aiuterà a capire come rapportarti con gli utenti. Senza avere ben chiaro in mente perché fai quello che fai, ti sarà difficile preparare contenuti efficaci e carpire l’attenzione delle persone!

Per renderti ancora più semplice identificare il tuo scopo aziendale, pensa a come si pone la tua strategia di marketing attuale: si focalizza sui prodotti, oppure questi sono solo un mero contorno che serve a dare ancora più lustro a quello che offri?

La tua attività è focalizzata sul prodotto o integrata dal prodotto?

Avere un business orientato al prodotto significa che la tua intera strategia di comunicazione e vendita ruota attorno ai tuoi articoli, che sono la tua fonte primaria di reddito. La maggior parte delle aziende che fa parte di questa categoria (pensa ai brand di fast fashion quali H&M) basa le proprie attività di marketing sulle caratteristiche dei prodotti, sui prezzi e sugli sconti. L’attrattiva di questi marchi è quindi data dalla convenienza, dalla qualità o dall’unicità degli articoli che vendono.

Un business integrato dal prodotto, invece, utilizza i propri articoli per supportare altre sfaccettature più importanti che fanno parte dell’attività. Un esempio? Sandy Jandu, imprenditrice che lavora con Printful, non si limita a offrire alla sua community i prodotti Elle Home: è infatti una creatrice di contenuti lifestyle che vuole avvicinare le persone al fai-da-te. Quando vende le sue magliette, quel che dice alle persone sui social media è di indossarle quando vanno ad acquistare i loro primi attrezzi per il bricolage, il che dà loro un po’ di coraggio. Per la sua comunità, le t-shirt hanno quindi un valore aggiunto, quello dell’ispirazione e dell’incoraggiamento.

Avere un messaggio chiaro e forte da includere nei tuoi contenuti ti aiuterà a:

  • attrarre gruppi specifici
  • creare una community e coltivarla
  • informare e incuriosire i potenziali utenti
  • costruire un clima di fiducia

Ora che sai qual è il tuo tipo di business, è arrivato il momento di farsi un’altra domanda fondamentale: cosa muove la tua azienda? Ogni attività, compresa la tua, ha infatti un fondamento cardine e, una volta espresso il tuo a parole, ti sarà più facile creare una community e una strategia di comunicazione efficace. Vediamo come fare!

Qual è la ragion d’essere della tua impresa?

No, non è fare soldi. Prova di nuovo. L’obiettivo aziendale solitamente rappresenta i valori che un’attività può portare alla sua community. Pensaci: che cosa offri alle altre persone? Da dove arriva il tuo valore aggiunto? 

Lo scopo di Printful, ad esempio, è aiutare le persone a trasformare le loro idee in marchi e prodotti. Idealmente, il tuo “perché” dovrebbe essere un messaggio con cui il tuo gruppo si può riconoscere e che gli dà una ragione per usufruire del tuo prodotto o servizio. Ma come trovarlo?

  • Inizia identificando quello che fai. “Creo prodotti X e/o offro servizi Y”
  • Chiediti perché è importante
  • Butta giù quante più risposte puoi
  • Ti accorgerai che la maggior parte delle risposte ha delle caratteristiche in comune
  • A partire da queste, delinea uno scopo che possa ispirare e appassionare una community

E adesso? Condividi il tuo messaggio sui social network e rendilo parte integrante delle tue strategie di marketing! Per attirare persone e così creare una community che pensa che quello che fai sia importante, comunicare ciò in cui credi è fondamentale.

Identifica il tuo follower ideale

Ora che hai definito il focus e lo scopo della tua azienda, condividerli con la tua community sarà una passeggiata! Sorge però un dubbio… di chi stiamo parlando? Chi sono le persone con cui vuoi creare una community online di lunga durata? Ti trovi davanti a un’altra scelta importante, perché i valori e le peculiarità di un brand vengono percepiti anche attraverso la comunità che lo segue e gli interessi di chi ne fa parte. 

Gruppo di persone che fa yoga

Per creare una community ideale, prova a delineare un profilo del cliente che incarni approssimativamente chi è interessato a seguirti. Prendendo ancora una volta come esempio l’attività di Sandy, Ellee Home, il suo cliente ideale è un genitore lavoratore che, una volta a casa, vuole sentirla sua grazie a una serie di interventi fai-da-te. Ed è importante non solo identificare un profilo del consumatore, ma anche farsi domande sulla sua quotidianità e i suoi interessi! In questo caso, Sandy potrebbe chiedersi: il cliente ha forse un gatto o un cane? Preferisce colori neutri per la mobilia, oppure ha un amore per quelli pastello? Costruisci una mappa mentale e/o digitale di quello che piace ai tuoi consumatori e tienila sempre presente quando comunichi con loro sui social. 

Una volta chiari focus, scopo e target di riferimento della tua attività, ti resta solo da creare una community e coinvolgerla efficacemente!

Interagisci con la tua community

Qui la regola è una sola: tramite i tuoi contenuti, comunica e fai trasparire regolarmente il messaggio principale del tuo brand. Questo ti permetterà di creare una community che si identifica con i tuoi valori e che vorrà partecipare alle tue attività e dire la sua a riguardo. Che tu abbia migliaia di follower o solo un paio tra cui tua zia Giancarla, l’interazione sui social media è infatti uno dei metodi principali con cui misurare la fedeltà a un marchio.

Ecco dunque alcune idee da sviluppare per aumentare il tasso di coinvolgimento del tuo seguito:

  • stila una lista di argomenti che pensi possano informare e intrattenere il tuo gruppo di riferimento e trasformali in post per i social media;
  • crea grafiche e didascalie accattivanti che diano un senso di coerenza e uniformità al tuo account;
  • posta frequentemente (1-4 volte a settimana);
  • usa hashtag pertinenti per attirare potenziali follower e clienti;
  • indici concorsi per ottenere più seguito e aumentare il tuo tasso di interazione con la community online;
  • utilizza gli hashtag e la funzione di localizzazione nelle storie Instagram;
  • crea degli Instagram Reels educativi o con contenuti provenienti direttamente dai tuoi clienti.

Non è finita qui, però! Una volta aumentato il coinvolgimento della tua community online, dovrai attuare altre strategie per mantenerlo stabile. Un buon metodo per farlo è rispondere sempre a chi cerca di interagire con te e dare importanza a ogni commento e tag nei post. In questo modo, incoraggerai le persone a scriverti sempre di più e instaurerai un forte rapporto di fiducia con loro.

Con il crescere del tuo seguito, diventerà difficile rispondere e interagire con tutti, ma niente paura! Ci sono alcuni modi per rendere il processo più semplice. 

Nel caso di Instagram, ad esempio, se disponi di un account aziendale ti sarà possibile impostare delle risposte rapide, ovvero risposte precedentemente create tra le quali potrai scegliere per rispondere alle domande più frequenti della tua community online. Non essendo risposte automatiche, dovrai leggere i messaggi e selezionare manualmente la risposta che preferisci, il che va a tuo favore: ti eviterà di sembrare un fastidioso chatbot automatico!

Risposta rapida su Instagram

Su Facebook, ti sarà possibile impostare delle risposte automatizzate su Messenger, così come sulla tua pagina quando i visitatori eseguono una specifica azione (come quando lasciano un feedback). Facebook ha anche una funzione per le risposte salvate a cui potrai accedere andando su Messaggi nella parte superiore della tua pagina.

Per finire, ricorda:

  • rispondi velocemente per mostrare ai tuoi follower che ci tieni;
  • connettiti con la tua community online a livello personale;
  • crea contenuti diretti al tuo target di riferimento;
  • coinvolgi il tuo seguito con argomenti accattivanti, premi e concorsi;
  • fornisci un ottimo servizio clienti per chi è interessato a ciò che offri;
  • fai in modo che i tuoi contenuti riflettano il tuo scopo aziendale.

Riconosci e utilizza il potere della community

Al giorno d’oggi, offrire un prodotto o un servizio valido non è più sufficiente, specialmente per le nuove generazioni: quel che ci si aspetta da un brand è che sia affidabile, innovativo, smart e autentico. O almeno, questo è ciò che emerge dall’ultima ricerca realizzata da Edelman nel 2021 che ha preso in considerazione 14 paesi e un campione di 14.000 persone: a livello globale, la fiducia nel marchio risulta essere un elemento fondamentale nelle decisioni di acquisto per l’88% dei consumatori. 

Dunque, quale modo migliore per mostrare di avere tutte queste qualità se non coltivando una community fedele? Ci sono poi diversi modi in cui potrai utilizzare il potere del tuo seguito per migliorare la tua strategia di marketing:

  • ottimizza gli annunci. Il marketing organico può essere utilizzato per creare annunci efficaci: prendi tutto quello che hai imparato dei tuoi consumatori e crea un “pubblico simile” prendendo come esempio i membri più fedeli della tua community. 
  • utilizza i contenuti condivisi dagli utenti per mostrare la qualità e l’autenticità dei tuoi prodotti e servizi. Lascia che siano i tuoi clienti a parlare per te! Potrai poi riutilizzare le loro immagini sui social media o per gli annunci e aggiungerle alle tue schede dei prodotti.
  • offri alla tua community accessi esclusivi. Per aumentare il tasso di fidelizzazione, offri a chi ti è più vicino un trattamento VIP.

Tutto chiaro, limpido e trasparente? Ottimo, quel che ti resta da fare è… metterti al lavoro e divertirti! La gente non aspetta altro che potersi unire alla tua community! 

Italian Content Marketing Specialist @ Printful. Storyteller poliglotta con una mente curiosa, una Specializzazione in Graphic Design & Brand Development e un grande interesse per tutto ciò che riguarda social media, arte e psicologia.

Comments

    1. Vittoria Eugenia Rigutto Post author

      Grazie a te per essere passato dal nostro blog, Enrico! Siamo felici che l’articolo ti sia stato d’aiuto.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata



Torna a tutti gli articoli

Sei pronto a provare Printful?

Collegati a una piattaforma e-commerce o effettua un ordine

Inizia ora