Torna a tutti gli articoli
how to sell art online passive income for artists
Guida per principianti

Come vendere arte online e guadagnare

Di , 26 maggio 2021 Tempo di lettura: 7 minuti

Nota: il termine Etsy e altre immagini associate sono registrate col marchio Etsy Inc. Questo articolo non è stato approvato da Etsy.

Buone notizie: i giorni in cui essere un artista equivaleva a morire di fame sono belli che andati! Oggi, grazie allo sviluppo dell’e-commerce, chiunque abbia talento e spirito d’iniziativa può fare della propria arte una fonte di guadagno. 

In questo articolo ti guideremo attraverso gli step necessari per trasformare la creatività in profitto, quindi preparati: saprai come gestire un business e come vendere arte online in tutto il mondo in men che non si dica! 

Quale tipo di arte vendere online?

Un buon modo per cominciare a vendere le proprie opere online è tramite il print on demand, un modello di vendita in dropshipping in cui i prodotti con le tue stampe vengono realizzati solo quando qualcuno effettua un ordine. Questa modalità ti permette di risparmiare tutto quel tempo e quel denaro che potrebbero essere spesi in modo più proficuo con la creazione di altre opere d’arte, oppure sviluppando nuove competenze. 

Printful, ad esempio, ti dà la possibilità di personalizzare con le tue illustrazioni, fotografie o grafiche più di 270 prodotti diversi: ti basterà collegare Printful al tuo negozio online e noi riceveremo automaticamente i tuoi ordini e li stamperemo, imballeremo e spediremo per te.

Prima di iniziare a vendere sul web, hai però bisogno di identificare la tua nicchia di mercato, ovvero un pubblico specifico a cui rivolgerti con i tuoi prodotti. Per farlo, pensa a quale categoria potrebbe appartenere la tua arte: magari ti occupi di fotografia naturalistica, oppure il tuo pezzo forte sono i quadri astratti dai colori accesi. Non aver paura di mescolare stili diversi e targettizzare più tipi di pubblico: il bello dell’arte è proprio questo, è perfetta per sperimentare.  

Identificata (o creata!) la tua nicchia, è il momento di trasformare le tue opere originali in prodotti commercializzabili. Qui di seguito trovi i più amati e venduti dagli artisti. 

Decorazioni da parete

sell wall decor online example
Fonte: Artsee1Store

Ciò che rende l‘arte murale così richiesta è la sua duplice natura: da una parte, può trasformarsi in un lusso da collezione; dall’altra, è un modo accessibile per decorare il proprio spazio abitativo. 

Per un look classico, opta per delle decorazioni murali con cornice. Se invece sei alla ricerca di un’atmosfera più rilassata e creativa, i poster con carta fotografica diventeranno i tuoi migliori amici. Non dimenticare poi le stampe su tela: se i tuoi strumenti di lavoro sono i classici pennelli e vernici, non esiste opzione migliore! In questo caso, la stampa replicherà fedelmente tutte le tue pennellate. 

Capi d’abbigliamento

sell art t shirts example
Fonte: The Conscious Art Club

Alcune grafiche sono semplicemente perfette per essere stampate o ricamate su magliette e felpe: scopri di più su come creare prodotti personalizzati con le tue opere d’arte e trasforma le tue creazioni in messaggi che i tuoi clienti possano indossare e condividere con gli altri. 

File digitali

Fonte: Shutterstock

Ebbene sì, l’arte può generare profitto anche senza essere un prodotto tangibile: su siti web dedicati alle foto stock e su alcuni e-commerce quali Etsy, opere del genere vengono vendute e scambiate ogni minuto. Potresti quindi decidere di trasformare i tuoi dipinti o altre tue creazioni in prodotti digitali. Ecco alcune idee:

  • fotografie
  • pattern
  • illustrazioni
  • stampe personalizzabili (calendari, inviti, biglietti di auguri, ecc.)

Vendere arte online come file scaricabili ti permetterà non solo di ridurre molte spese altrimenti inevitabili, come la spedizione e la produzione, ma anche di garantire ai tuoi clienti una consegna più che immediata.

Per proteggere le tue opere, assicurati però di informare i tuoi clienti che, pur potendo utilizzare i tuoi lavori per uso personale, non potranno rivenderli o riprodurli.

Se hai dunque deciso di vendere la tua arte su siti web di foto stock e marketplace, il nostro suggerimento è quello di rendere le tue proposte varie e adatte a diversi tipi di pubblico. Chi si rivolge a siti web quali Shutterstock per trovare foto, ha solitamente esigenze molto variegate: alcune persone saranno alla ricerca di foto di gruppo generiche per un poster di marketing, altre di un paesaggio urbano da inserire nel loro nuovo articolo.

Arte tradizionale

how to sell art original online
Fonte: MichalAharonArt

Immagina: una volta finito di dipingere un quadro, decidi di trasformarlo in un file e di creare prodotti print on demand e arte digitale da vendere online. Che fare però dell’opera originale?

La soluzione è semplice, venderla! Dopo aver fidelizzato la tua clientela, potrai mettere in vendita il quadro come pezzo unico. Anche se non si tratta di reddito passivo, è sicuramente un ottimo modo per dare valore al tuo negozio e consolidare il tuo status di artista nel mercato.

Dove vendere arte online?

Ora che hai deciso su quali prodotti puntare, è il momento di scegliere la piattaforma di vendita più giusta per te. Diamo un’occhiata ad alcune delle opzioni maggiormente utilizzate dagli artisti.

Marketplace

I marketplace sono una delle soluzioni più economiche per chi sta muovendo i primi passi nel mondo della vendita online ed Etsy risulta essere una scelta vincente per molti artisti. Non solo: è anche una delle piattaforme preferite tra gli acquirenti alla ricerca di nuovi pezzi d’arte, tanto che la seconda categoria tra i bestseller è proprio Art & Collectibles. 

Oltre a pezzi d’arte tangibili quali le stampe fotografiche, su Etsy sono molto popolari anche i file scaricabili, quindi potresti pensare di vendere entrambi sul tuo negozio. Tra i file digitali, le categorie più richieste sono gli inviti personalizzabili e le decorazioni per la casa. 

Un altro marketplace molto amato dagli artisti è Storenvy poiché economico e semplice da gestire. Essendo piattaforme piuttosto famose, i marketplace sono un buon punto di partenza per vendere arte online e fidelizzare i clienti. 

Il tuo sito web e/o negozio personale

Un sito web può essere uno strumento molto utile per costruire e mantenere la propria immagine pubblica come artista. Oltre ad avere una sezione dedicata al tuo portfolio e al tuo viaggio nel mondo della creatività, puoi anche pensare di aggiungerne una per il tuo negozio. 

Dalle caratteristiche tecniche all’aspetto visivo, uno store personale ti dà la possibilità di avere molto più controllo e libertà creativa di quanti potresti averne su un marketplace. Inoltre, moltissime piattaforme e-commerce ti permettono di progettare il tuo sito web personale e iniziare a vendere il giorno stesso. È anche vero che, dati tutti questi vantaggi, la maggior parte degli e-commerce ha un costo mensile che solitamente varia dai 15 ai 250 euro: queste piattaforme hanno infatti bisogno di denaro per mantenere i propri server attivi, garantire un supporto clienti adeguato e molto altro. Alcuni e-commerce, come Ecwid, offrono anche piani gratuiti che però hanno varie limitazioni (meno opzioni promozionali, non poter utilizzare strumenti di marketing e analisi dei dati integrati, ecc.). 

Se hai deciso di vendere le tue creazioni utilizzando un servizio di stampa on demand, dai un’occhiata ad alcuni dei migliori marketplace e piattaforme e-commerce. Una volta creato il tuo negozio, potrai collegarlo al tuo account Printful in modo semplice e veloce. 

Siti web di fotografie stock

Quando si tratta di reddito passivo, questi siti web sono tra i più utilizzati dagli artisti per vendere le proprie opere d’arte online perché molto convenienti: infatti, una volta che la tua arte andrà in vendita, non dovrai preoccuparti di spedizioni, imballaggi o esaurimento delle scorte. I siti di foto stock più popolari? Shutterstock, iStock, Adobe Stock e Getty Images.

Nonostante vengano solitamente utilizzati per le fotografie di repertorio, questi siti web ti danno la possibilità di vendere anche design e illustrazioni. Per aumentare gli incassi, aggiungi al tuo portfolio delle grafiche molto richieste, quali icone, loghi e calendari. 

Ultimo ma non meno importante: solitamente, i siti web di fotografie stock hanno precise linee guida su qualità e risoluzione dei file, quindi assicurati che i tuoi lavori corrispondano ai loro standard. 

Come sponsorizzare arte online?

Ricapitoliamo: hai deciso cosa vendere e dove farlo. Il tuo negozio online è pronto e pieno di prodotti che non aspettano altro che essere mostrati al mondo. E adesso? Beh, è arrivato il momento di farti notare! Non serve indorare la pillola: ci sono molti creativi là fuori che cercano di fare lo stesso, quindi avrai a che fare con della concorrenza. Per aiutare i potenziali clienti a scoprirti e innamorarsi della tua arte, dovrai affidarti al marketing e iniziare a promuovere le tue opere. 

Condividi la tua arte sui social media

Inizia creando dei profili sui social media che ti permettano di mettere in mostra il tuo negozio e le tue opere e, allo stesso tempo, di costruire un legame più forte con i tuoi fan. In questo modo, potrai mostrare i dietro le quinte della tua arte, condividere il processo creativo e lasciare che i tuoi follower diano una sbirciata ai capolavori in arrivo e si rendano conto di tutto lo sforzo necessario per la creazione di un’opera d’arte. 

Entrando nel particolare, YouTube è perfetto per condividere video dettagliati del tuo processo creativo, mentre Instagram funziona bene per i dietro le quinte e le anteprime. Per attirare nuovi clienti, pubblica foto delle tue opere in situazioni di tutti i giorni: una stampa su tela in salotto, una persona in bicicletta con la tua felpa addosso… In questo modo, per chiunque guarderà le foto sarà semplice collocare quel prodotto nella sua vita! Per condividere queste suggestioni visuali, i social media da utilizzare sono sicuramente Pinterest e Instagram.

sell art instagram marketing
Fonte: Instagram

Per dare una spinta in più alla tua strategia di marketing sui social media, puoi anche utilizzare gli annunci a pagamento. Facebook è noto per il suo intricato Ads Manager, che ti permette di avviare campagne di marketing non solo su Facebook, ma anche su Instagram. Un altro metodo per guadagnare follower senza dover necessariamente spendere è tramite i giveaway. 

Ricordati poi di pianificare saggiamente le tue attività di marketing! Ad esempio, il periodo migliore per proporre sconti e promozioni va da gennaio a marzo: durante l’inizio del nuovo anno, molte persone acquistano prodotti in base alle risoluzioni fatte a capodanno, il che le porta spesso a reinventare il proprio stile e/o ridecorare il proprio appartamento. Le tue opere d’arte potrebbero quindi diventare una parte del loro nuovo io! 

Altri avvenimenti da non lasciarsi sfuggire sono le festività legate all’e-commerce. Di sicuro sarai già al corrente del fatto che Black Friday, Cyber Monday e Natale sono momenti fondamentali per chi vende online, ma sapevi che ci sono molte altre giornate ed eventi da considerare? Dai un’occhiata al nostro Calendario di marketing e comincia a pianificare le tue attività. 

Scrivi del tuo percorso artistico su un blog 

Aprire un blog è un ottimo modo per connettersi ulteriormente con la tua clientela! Utilizzalo per condividere il tuo viaggio nel mondo della creatività: scrivi degli artisti che ti ispirano, delle tue lotte e vittorie, dei blocchi creativi e di come superarli, e molto altro ancora. 

Se portare avanti un blog personale ti sembra troppo dispendioso in termini di tempo, puoi provare a scrivere per altri blog creativi che, avendo un pubblico già sedimentato, possono aiutarti a farti conoscere da potenziali consumatori. 

Resta in contatto con i tuoi clienti

Una volta avviati i tuoi canali di marketing, assicurati che ogni nuovo follower si senta il benvenuto all’interno della tua community. 

Rimani in contatto con i tuoi consumatori e invia loro newsletter settimanali in modo che siano sempre aggiornati sulle novità in negozio, le promozioni in arrivo e altre notizie legate all’arte.

Costruisci una social proof

Quando si tratta di nuovi prodotti, le persone si fidano del giudizio degli altri: prima di fare un acquisto, un potenziale cliente andrà sicuramente a guardare le recensioni dei tuoi articoli. Avere buone recensioni è dunque un ottimo modo per vendere di più. 

Contatta via email i clienti che hanno recentemente acquistato una tua opera e incoraggiali a lasciare una recensione sul tuo sito web. Puoi anche offrire loro piccoli regali o sconti come incentivo! 

E ora… inizia a vendere arte online!

Ricapitolando, ecco ciò che devi fare:

  1. Scegli la tua nicchia e, successivamente, i prodotti da vendere;
  2. Decidi su quale piattaforma vendere;
  3. Sponsorizza la tua arte online;
  4. Resta in contatto con i tuoi clienti e costruisci una social proof.

È il momento di avere coraggio e fiducia nel tuo talento: metti la tua arte sul mercato e inizia a guadagnare! 

Una is an SEO content marketing specialist with a knack for linkbuilding, SEO-friendly copywriting, and building stunning landing pages. In her spare time she's an avid reader, and keeps close tabs on all things social media and mental health.

Comments

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata



Torna a tutti gli articoli

Sei pronto a provare Printful?

Collegati a una piattaforma e-commerce o effettua un ordine

Inizia ora
shares