Torna a tutti gli articoli
cotton-vs-polyester-vs-blended-fabrics
Guida per principianti

Differenze tra cotone, poliestere e tessuti misti

Di , Tempo di lettura: 6 minuti

Aprire un negozio di abbigliamento online è senz’altro divertente, ma non sempre facile. Tra tutte le decisioni da prendere, quella del tessuto da utilizzare per i tuoi capi è sicuramente una delle più importanti.

Soprattutto all’inizio, potresti avere la tentazione di utilizzare tessuti più economici, ma non affrettarti nella scelta! Pensa agli interessi del tuo pubblico ideale e a come vuoi presentare la tua marca, quindi alla tua nicchia di mercato, ma anche alle tue grafiche.

Prima di scegliere, è necessario conoscere le principali differenze e caratteristiche di almeno tre tipi di tessuto più importanti: cotone, poliestere e tessuti misti. Perciò, in questo articolo, ti parleremo di ciascuno di essi e ti aiuteremo a scegliere il tessuto più adatto ai tuoi capi di abbigliamento. 

Cotone

Grazie alla sua comodità e resistenza, il cotone è la fibra naturale più prodotta al mondo e uno dei tessuti più utilizzati nella produzione tessile.

Proprietà e vestibilità del cotone

Il cotone è una fibra tessile molto versatile spesso utilizzata e lavorata con tessuti diversi – come il denim, la flanella o il jersey – i quali presentano, ovviamente, anche proprietà differenti. 

Tutti i tessuti in cotone però sono morbidi e traspiranti, caratteristiche che li rendono perfetti per i climi caldi e per le persone con la pelle sensibile. 

Inoltre, il cotone non è aderente, quindi se non vuoi vendere indumenti attillati e preferisci una vestibilità più ampia, il cotone fa al caso tuo. Però ricorda che i vestiti 100% cotone non si asciugano velocemente, quindi non è molto adatto ai capi sportivi. 

Vale la pena almeno menzionare un nuovo tipo di cotone che, da un po di anni a questa parte, si presenta come una valida alternativa al cotone tradizionale: il cotone organico o biologico. Ciò che distingue il cotone biologico dal cotone tradizionale sono i metodi di coltivazione, produzione e lavorazione. Le direttive che regolano questi processi sono molto rigide e bandiscono l’uso di sostanze chimiche e potenzialmente tossiche, come pesticidi e fertilizzanti. 

Il cotone organico non presenta grandi differenze rispetto al cotone standard in termini di caratteristiche del tessuto, bensì è la sua lavorazione che lo contraddistingue. La produzione di cotone biologico utilizza i terreni dedicati alla sua coltivazione in modo molto più consapevole e sostenibile, riducendo di conseguenza il suo impatto sull’ambiente ed eliminando completamente i residui di sostanze chimiche che potrebbero persistere nella fibra del cotone tradizionale. 

La stampa su cotone

Il cotone è un’ottima superficie per la stampa diretta su tessuto (DTG). Quindi per una grafica nitida e con massima definizione, scegli un capo 100% cotone. Devi solo tenere presente che le stampe DTG non risultano solide su indumenti di cotone più spessi (tipo le felpe) come sulle magliette. 

Durata degli indumenti in cotone e consigli per il lavaggio

Il cotone di alta qualità è molto resistente, il che lo rende meno soggetto a strappi o lacerazioni accidentali. Tuttavia, non è tanto duraturo quanto il poliestere o i tessuti misti cotone e poliestere. 

Come lavare il cotone? Essendo un materiale naturale, può restringersi se sottoposto a temperature elevate. Infatti, per il lavaggio degli indumenti in cotone è consigliato usare acqua fredda e poco detersivo, in quanto potrebbe influire sull’usura del capo. Se li lavi in lavatrice, scegli un un programma di lavaggio per delicati per evitare che i colori sbiadiscano. 

Importante: a causa delle differenti tecniche di produzione, alcuni prodotti possono avere una sensazione diversa sulla pelle, anche se sono tutti in puro cotone.

Poliestere 

Il poliestere è una fibra sintetica che deriva da prodotti a base di petrolio. Fu inventato nel 1941, quindi si tratta di un tessuto relativamente nuovo rispetto al cotone.

Nonostante ciò, il poliestere è sempre più popolare nel campo dell’abbigliamento, particolarmente apprezzato da coloro che sono alla ricerca di un tessuto che resista all’usura e ai lavaggi.

Caratteristiche e vestibilità del poliestere

Diamo adesso un’occhiata alle proprietà e vestibilità del poliestere, quindi a come si adatta al corpo.

Il poliestere è leggero e al tatto risulta più setoso rispetto al cotone. È perfetto per fare sport, in quanto trattiene il sudore. Per questo motivo, una t-shirt in poliestere potrebbe sembrare leggermente appiccicaticcia d’estate, ma più calda quando fa freddo. 

Essendo più leggeri e sottili, i capi in poliestere aderiscono un po’ di più alla pelle. Questo potrebbe causare delle piccole irritazioni per chi ha la pelle estremamente sensibile, anche se succede molto raramente.

Il poliestere è elastico? Sì, il poliestere si allunga naturalmente per garantire comfort a chi lo indossa. È anche molto resistente: un capo in poliestere non si rovina facilmente con l’usura, non perde la sua forma nemmeno dopo tanti lavaggi e non tende a fare le pieghe.

La stampa sul poliestere

In passato, stampare su un tessuto in poliestere era una vera e propria sfida, ma grazie a inchiostri speciali e tecnologie di stampa avanzate, adesso non è più così difficile. I colori risultano brillanti ed è anche improbabile che sbiadiscano col tempo.

Tuttavia, poiché la stampa su poliestere rimane comunque più complicata di quella su cotone o tessuti misti, i prodotti in poliestere sono generalmente più costosi.

Durata degli indumenti in poliestere e consigli per il lavaggio

Un capo in poliestere può durare molto tempo, più del cotone e dei tessuti misti. Inoltre, è molto difficile macchiarlo in modo permanente perché il poliestere è meno assorbente della maggior parte dei tessuti. 

I tessuti in poliestere si distinguono perché non tendono a sgualcirsi, a restringersi o scolorirsi. Detto questo, si consiglia di lavarli in lavatrice con acqua calda con un detersivo normale, e di procedere con l’asciugatrice a bassa temperatura.

La maggior parte dei prodotti Printful hanno le istruzioni per il lavaggio nella descrizione.

Vediamo brevemente con una tabella le principali proprietà e differenze tra cotone e poliestere.

Tabella esplicativa delle differenze ra cotone e poliestere

Meglio cotone o poliestere?

Ovviamente, si tratta di una scelta individuale poiché, come abbiamo visto, tutte e due le fibre hanno i loro pregi e i loro difetti. In molti preferiscono il poliestere in quanto resiste agli strappi, i colori non sbiadiscono e non perde la sua forma. Il cotone, essendo più delicato, ha anche bisogno di più cura durante il lavaggio, ma per esempio viene preferito da alcuni per la biancheria da letto o dalle mamme per i loro neonati, perché è perfetto per assorbire il sudore e non c’è il rischio di allergie o irritazioni.

Come molto spesso accade, la virtù sta nel mezzo, infatti uno dei tessuti più utilizzati è proprio il misto cotone poliestere, che riesce a combinare le proprietà migliori delle due fibre. Bisogna fare attenzione però alla parcentuale di cotone e poliestere in quanto è ciò che renderà le caratteristiche dell’indumento differenti.

Tessuti Misti

Come puoi già immaginare, vengono creati dalla combinazione di due o più tipi diversi di fibre per realizzare un nuovo tipo di tessuto con proprietà uniche. Normalmente sono composti da cotone e fibre sintetiche.

Nel corso degli anni, i tessuti misti si sono sviluppati per soddisfare le esigenze specifiche dei consumatori. La consistenza, la durata, la sensazione del materiale al tatto sono migliorati in modo considerevole, così come i costi di produzione che si sono ridotti notevolmente. 

Oggi ci sono centinaia di tessuti misti disponibili sul mercato, ma i più popolari e adeguati ai processi di stampa sono:

Il tessuto misto cotone e poliestere (65/35 and 50/50)

Se non riesci a decidere tra cotone e poliestere, allora opta per una fusione di entrambi!

Il misto cotone-poliestere è versatile e viene utilizzato per realizzare qualsiasi cosa, dalla biancheria da letto alle camicie. Poiché il poliestere non si restringe né si sgualcisce come il cotone, questa combinazione risulta più facile da lavare e asciugare. Inoltre, grazie alla presenza del cotone, i capi in cotone-poliestere sono più traspiranti rispetto ai quelli in puro poliestere.

Ma la parte migliore è che questa stoffa è altamente consigliata per grafiche con colori brillanti e vivaci.

Differenza del risultato stampa tra una t-shirt e una felpa

I nostri prodotti in cotone-poliestere più popolari:

Il tessuto misto cotone-poliestere-rayon (50/25/25)

Il rayon è una fibra semisintetica che combina la giusta quantità di poliestere, cotone e rayon, ed è perfetto per indumenti larghi. I capi realizzati con questo tessuto tri-blend sono morbidi ed elastici, ma anche resistenti

Ciò nonostante, bisogna tenere in considerazione che la stampa DTG avrà un cosiddetto aspetto “vintage”, in quanto il tessuto dell’indumento si vedrà leggermente attraverso l’inchiostro.

Stampa DTG su 100% cotone vs triblend

I nostri prodotti tri-blend (cotone-poliestere-rayon) più popolari:

Il tessuto misto di poliestere e spandex (85/15)

Lo spandex, conosciuto anche come lycra o elastam, è una fibra sintetica nota per la sua elasticità. Se combinata con il cotone, lo spandex diventa un tessuto perfetto per l’abbigliamento, morbido al tatto, ma resistente. Quando invece si combina con il poliestere, la fibra risulta molto adeguata per l’abbigliamento sportivo, poiché è molte elastica e duratura allo stesso tempo. 

I nostri prodotti in poliestere e spandex più popolari:

E tu, quale preferisci?

Tutti e tre i tipi di tessuto hanno i loro vantaggi e svantaggi, quindi si tratta davvero di una preferenza personale. Come proprietario di un negozio devi pensare con attenzione a quali prodotti vendere online e al tipo di tessuto e materiali che scegli perché influenzeranno la maniera in cui il pubblico percepisce la tua marca. 

Inoltre, non dimenticare di informare i tuoi clienti circa la vestibilità, la cura e la sensazione al tatto data da un tessuto attraverso delle istruzioni dettagliate.

During her time as blog manager at Printful, Giedre learned the importance of content localization. Now she uses this knowledge as International Content Marketing Manager to overlook Printful’s communications in all languages but English.

Comments

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata



Torna a tutti gli articoli

Sei pronto a provare Printful?

Collegati a una piattaforma e-commerce o effettua un ordine

Inizia ora