Inizia
Logo Blog di Printful

Blog / Guida per principianti / Aprire un negozio di abbigliamento online

Come aprire un negozio di abbigliamento online

Come aprire un negozio di abbigliamento online
Alessandra Leone

Scritto da: Alessandra Leone

16 min di lettura

Grazie alla crescente popolarità dell’e-commerce e al facile accesso a decine di strumenti, aprire un negozio di abbigliamento online è più semplice che mai. 

Certo, bisogna dedicarci tempo e mettersi d’impegno per costruire un’attività di successo, ma le varie piattaforme di e-commerce, le risorse di marketing disponibili sul web e i servizi di dropshipping come Printful possono aiutarti ad aprire un negozio di abbigliamento online con pochissime risorse. 

Apri il tuo negozio online in pochi e semplici passi, ti aiutiamo noi!

Ci sono diversi metodi per introdursi nel mondo della moda: puoi vendere vestiti che realizzi personalmente, comprarli all’ingrosso e rivenderli, oppure puoi ricorrere al dropshipping.

Ogni approccio ha i suoi pro e i suoi contro, ma in questo post mi soffermerò su come aprire un negozio di abbigliamento online con il dropshipping e il print on demand. Questo modello di business presenta molti vantaggi, tra cui la possibilità di vendere qualsiasi tipo di prodotto senza magazzino e senza alcun investimento iniziale, in quanto è l’azienda di stampa su richiesta che si occupa di evadere e spedire gli ordini ai tuoi clienti con il tuo marchio.

Per aiutarti a trasformare la tua passione in un business redditizio, ho suddiviso questo processo in 7 step. Vediamoli uno per volta!

1. Trova la tua nicchia

Una nicchia è un segmento di mercato formato da individui con esigenze e interessi comuni, come gli appassionati di giardinaggio o i fan del Signore degli Anelli, per esempio. Può sembrare una scelta controproducente concentrarsi su un piccolo gruppo di clienti perché potrebbe tradursi in meno vendite, invece è uno degli step fondamentali per la riuscita di un e-commerce.

Pensaci bene: tutti hanno i propri gusti e le proprie preferenze per cui è quasi impossibile creare un prodotto che piaccia a tutti. 

Se conosci la tua nicchia, conoscerai anche i tuoi clienti e quindi avrai maggiori possibilità di creare prodotti che saranno apprezzati ed effettivamente acquistati.

Puoi rivolgerti agli amanti dell’arte, ma puoi ulteriormente segmentare il pubblico e concentrarti solo sugli appassionati di certi correnti artistiche o di alcuni artisti.

Qualche riflessione sull’autenticità

“Niente è originale. Ruba da tutto ciò che suscita l’ispirazione o che alimenta la tua immaginazione.” 

Jim Jarmusch


Ciò non significa che puoi creare una t-shirt con la faccia di Andy Warhol perché potresti essere sanzionato per aver violato i diritti d’autore. Ciò che il noto regista e attore statunitense vuole dire è che bisogna utilizzare l’intelligenza quando si crea qualcosa. È vero, tutto ciò che è nuovo è ispirato dal passato, ma se imiti con accortezza, ci sono buone probabilità di riuscire a realizzare un progetto persino migliore dell’originale.

2. Scegli i prodotti da vendere 

La scelta dei prodotti giusti è importante per due motivi.

In primis, per la qualità finale del prodotto, in quanto dipende dall’articolo e dalle sue caratteristiche, e poi per i guadagni. Ecco alcuni passaggi che non dovresti saltare prima di selezionare cosa vendere sul tuo sito web.

Inizia con poco

Il mercato dell’abbigliamento sembra quasi infinito, il che potrebbe farti pensare che vendere tutto sia una buona idea. In realtà è meglio iniziare con poco e introdurre nuovi capi gradualmente. Se aggiungi troppe categorie di colpo e poi non si vendono, questo potrebbe comportare un lavoro e dei costi extra (come scrivere le descrizioni, organizzare servizi fotografici, ecc.) per qualcosa che non è remunerativo.

Crea il tuo brand di abbigliamento con Printful

Concentrati prima su quelli indispensabili e, quando iniziano ad essere acquistati, aggiungine altri. Questo è ciò che hanno fatto i proprietari di Mrs Bow Tie. All’inizio, si sono fatti un nome vendendo solo papillon. Il loro successo con un solo prodotto è stato così grande che nel giro di tre anni hanno aggiunto gemelli, cravatte e bretelle alla loro linea di accessori.

Fai attenzione al tessuto

Il tessuto dei tuoi capi determinerà il risultato finale della stampa.

I tre tipi di tessuto più comuni dell’industria della moda sono cotone, poliestere e tessuti misti. Ognuno ha proprietà diverse, quindi è importante conoscerne la durata, come lavarli e se sono idonei per la stampa, nonché la sensazione al tatto e la vestibilità.

I capi con una maggiore percentuale di cotone sono perfetti per la stampa DTG (diretta su tessuto). La stampa DTG utilizza inchiostri a base d’acqua che aderiscono meglio al cotone rispetto ad altri materiali. Controlla lo spessore del tessuto: se il capo è realizzato in un cotone più spesso (come quello delle felpe), il tessuto può assorbire l’inchiostro e la grafica avrà un aspetto più sbiadito.

Pensa al futuro

Il settore dell’abbigliamento è in continua evoluzione. Ci sono due modi per affrontare i continui cambiamenti delle tendenze se gestisci un e-commerce.

Puoi andare sul sicuro scegliendo prodotti che saranno sempre necessari, come t-shirt o felpe, però la concorrenza di prodotti basici come questi è incredibilmente spietata. Le magliette o le felpe sono i capi più venduti, quindi dovrai pensare a come distinguerti dalla massa.

Oppure, puoi pianificare modifiche alla tua collezione creando un negozio con una gamma diversificata di prodotti che cambia costantemente. Ogni volta che arriva un nuovo trend, crei un nuovo design o aggiungi un nuovo prodotto.

In questo caso, utilizzare un servizio di print on demand in dropshipping come Printful è l’opzione migliore. Dato che non dovrai investire in anticipo per fare scorta dei prodotti, potrai aggiungere tutti gli articoli che desideri quando vuoi. Se un prodotto non si vende, è sufficiente rimuoverlo dal negozio. Nel momento in cui ti viene in mente un’idea per una nuova grafica o vuoi aggiungere un nuovo prodotto, potrai farlo rapidamente.

3. Lavora sul branding

Hai individuato il tuo pubblico di riferimento, hai creato bellissimi design, adesso tocca occuparsi del branding.

Il branding è l’insieme di tutte quelle attività che servono a consolidare un marchio nel mercato e a differenziare la propria offerta da quella della concorrenza. L’obiettivo del branding è promuovere l’immagine di un marchio attraverso strategie e operazioni che vanno dalla scelta di un nome e di simboli distintivi fino alla tecniche di fidelizzazione del cliente

Costruire un brand è un processo complesso, ma ai fini di questo blog mi soffermerò sulle basi illustrandoti quattro consigli utili per rendere visibile e riconoscibile la tua marca quanto più possibile. 

Scegli un nome del negozio facile da ricordare

La prima cosa che vedono i tuoi potenziali clienti è il nome del tuo negozio. 

Quindi, per prima cosa, scegline uno breve, semplice e facile da pronunciare. Consiglierei di omettere gli articoli per rendere il nome più accattivante.

Puoi provare strumenti per generare nomi commerciali come Wordoid, Dot-o-mator o Namelix per trarre ispirazione.

In secondo luogo, trova un nome che si possa associare facilmente al tuo negozio. Cerca di evitare nomi commerciali molto usati o generici. Supponiamo di voler aprire un negozio di abbigliamento online che venda solo vestiti vintage. Un nome tipo “Alessandra’s Vintage Clothing Store” sarebbe troppo generale. Invece, scegli un nome che sia comunque associato ai vestiti vintage, ma unico, come Beyond Retro o Rusty Zipper. In questo modo, sarà più facile per i tuoi acquirenti ricordare il tuo negozio.

Terzo, fai una ricerca online approfondita per vedere se il nome è disponibile oppure se è già in uso per un altro sito web. Google è un buon inizio e non dimenticare di guardare oltre la pagina 2 dei risultati di ricerca.

Quando progetti un logo, usa colori semplici, non più di tre e rendi la parte del testo chiara e leggibile. I loghi con molti colori diversi o sfumati non avranno lo stesso aspetto su tutti i supporti. Potrebbero apparire in un modo sugli adesivi e in un altro sulla confezione del prodotto. Ecco perché dovresti attenerti a un design che abbia lo stesso aspetto su una varietà di superfici.

Per quanto riguarda la creazione del logo, puoi creare la grafica interamente da zero oppure puoi utilizzare il Logo Maker di Printful.

Scrivi una pagina “Chi siamo” avvincente

Le persone sono attratte da chi ama ciò che fa. La pagina Chi siamo è un’opportunità per entrare in contatto con i clienti vendendo la tua storia, la tua visione, la tua missione. Dopotutto, le persone prendono decisioni di acquisto in base alle emozioni, quindi sfrutta questa opportunità per creare emozioni positive.

Esistono diversi modi per creare una pagina Chi siamo convincente. Ecco alcuni consigli su cosa puoi includere:

  • come e perché hai aperto il tuo negozio
  • come realizzi i tuoi prodotti
  • quali sono i tuoi valori fondamentali
  • perché i clienti dovrebbero scegliere te
  • chi è la persona sta dietro il negozio
Fonte: Casagin

4. Crea grafiche per i tuoi prodotti

Passiamo alla parte creativa, ovvero alla realizzazione delle grafiche. Ecco un paio di consigli attraverso i quali potrai dare vita ai tuoi progetti.

Crea un design da zero

Ci sono molti strumenti disponibili online per creare mockup, però se hai un negozio con Printful, puoi utilizzare il nostro Design Maker gratuitamente. È uno strumento incredibilmente versatile che dispone anche di grafiche, testi, emoji, illustrazioni, clipart e oltre 80 milioni di immagini di Getty Images già pronte che puoi utilizzare per creare i tuoi progetti.

Non sono una disegnatrice grafica, ma ho creato questa maglietta in 60 secondi usando il Design Maker di Printful

Ci sono altri strumenti di progettazione grafica che puoi usare: Photoshop è il più popolare, ma è anche un bell’investimento. Fortunatamente, ne esistono altri più economici o addirittura gratuiti come Canva, Krita e Photopea.

Usa immagini e caratteri già pronti

Puoi trovare immagini di stock su siti web come Raw Pixel, Pexels, Unsplash e una varietà di caratteri su siti come Fontspace, 1001 Fonts, Fontdesk o Font Squirrel. 

Leggi sempre i termini e le condizioni per controllare se ci sono ulteriori requisiti. Ad esempio, immagini e caratteri già pronti devono spesso essere modificati prima di poter essere stampati su abbigliamento per uso commerciale.

5. Scegli la tua piattaforma di e-commerce o marketplace

Scegliere la piattaforma giusta per aprire un negozio di abbigliamento online è fondamentale per avere successo. Diamo un’occhiata a due opzioni: piattaforme di e-commerce e marketplace.

Una piattaforma di e-commerce è un sito web di un singolo commerciante che gestisce il proprio negozio e vende solo i propri prodotti. Un marketplace è un sito web in cui articoli di più fornitori vengono raccolti in un catalogo ben organizzato. Pensa ad Etsy o ad Amazon, dove c’è un’ampia scelta di prodotti di fornitori diversi.

Considera questi fattori quando scegli quale usare per creare il tuo negozio:

  • Prezzo. Alcune piattaforme addebitano una tariffa mensile standard, altre per transazione. Quando si confrontano i prezzi, presta attenzione anche ai costi nascosti. Le spese di gestione ed elaborazione dei pagamenti non sono sempre incluse nelle tariffe mensili, quindi compara i fornitori dei servizi di pagamento utilizzati da ciascuna piattaforma.
  • Interfaccia utente. La piattaforma che scegli dovrebbe essere facile da usare per te e per i tuoi clienti. Se quando ti trovi davanti al tuo negozio online, non sai dove andare per trovare l’informazione che stai cercando, anche gli utenti avranno lo stesso problema. La struttura del sito e delle categorie dei prodotti devono essere tali da agevolare la ricerca di informazioni, il checkout e la navigazione.
  • Integrazioni e plugin. Cerca app e plugin che ti aiutino a configurare la spedizione, gestire le tasse, organizzare attività di marketing e così via.
  • Ottimizzazione per dispositivi mobili. Circa il 79% degli utenti che possiedono uno smartphone ha effettuato almeno un acquisto dal proprio telefono negli ultimi 6 mesi. Un sito web ottimizzato per dispositivi mobili rende l’esperienza di acquisto più rapida e semplice e i tuoi clienti saranno in grado di fare acquisti indipendentemente dal dispositivo che utilizzano.
Crea il tuo brand di abbigliamento in pochi minuti

6. Crea il tuo negozio di abbigliamento

Ora che hai scelto i tuoi prodotti e deciso con quale piattaforma creare il tuo negozio di abbigliamento, devi occuparti della parte tecnica. Ecco su cosa dovresti concentrarti.

Acquista un dominio

Un dominio è come un indirizzo digitale attraverso il quale gli utenti possono trovarti online. A tal fine, raccomandiamo di scegliere un nome di dominio uguale al nome del negozio affinché si possa collegare facilmente il marchio al sito, e trovare sui motori di ricerca

Come per i nomi dei negozi, più corto è il nome del dominio, meglio è. Ma che succede se hai già un nome fantastico per il tuo negozio ma è troppo lungo? Per esempio, se il nome del tuo negozio è The Great Garden Gnome Gang, rimuovi tutte le parole non necessarie come “The”, così ti ritroverai con un dominio come questo: www.gardengang.com.

Una volta deciso il nome del dominio, vai su Google Domains, Namecheap, GoDaddy o Siteground per registrarlo.

Scegli un processore di pagamento

Un processore di pagamento o gateway è un software che gestisce il pagamento tra la banca del cliente e quella del commerciante. Consideralo come l’equivalente online di un POS (point of sale, ovvero il comune lettore di carte di credito) attraverso il quale i consumatori pagano con la carta nei negozi fisici.

Quando crei il tuo negozio, hai bisogno di un gateway per accettare i pagamenti dai tuoi clienti. Tra i più conosciuti ci sono: BrainTree, PayU, Stripe, PayPal o Skrill. Tutti hanno i loro pro e contro, ma in generale ci sono due aspetti imprescindibili che devono guidare la tua scelta.

Innanzitutto, cercane uno che dia priorità alla protezione e alla sicurezza delle informazioni. I processori di pagamento affidabili disporranno di strumenti automatizzati che aiutano a combattere le frodi online, nonché a identificare e bloccare le transazioni sospette.

In secondo luogo, scegli un gateway che accetti diverse carte di credito, di debito e valute, in base a diversi paesi. Più sono i modi in cui i clienti sono in grado di pagarti, meglio è.

Scrivi le politiche di spedizione e di reso

Le politiche di spedizione e quelle dei resi creano un senso di sicurezza negli acquirenti perché sapranno cosa aspettarsi nel caso in cui qualcosa vada storto. Politiche di spedizione e reso ben strutturate miglioreranno la tua reputazione generale e aumenteranno le vendite a lungo termine.

Gli shopper online vogliono conoscere i costi di spedizione, i tempi di consegna e le modalità di spedizione. Quindi cerca di dare ai tuoi clienti le risposte alle seguenti domande:

  • Ci sono paesi in cui non spedisci? Oppure, ci sono articoli che non possono essere spediti a livello internazionale?
  • Qual è il tuo metodo di spedizione standard? Fornisci opzioni più veloci?
  • Se offri la spedizione gratuita, ci sono esclusioni e/o condizioni?
  • Fornite informazioni sul tracking per tutte le spedizioni?

Le politiche di reso dipenderanno dal tipo di prodotto che vendi, ma qui ci sono alcune nozioni di base che dovresti tenere sempre bene a mente:

  • Quali articoli possono essere restituiti?
  • Quali si possono cambiare?
  • Quali non si possono né cambiare né restituire?
  • Entro quando bisogna restituire o cambiare un articolo?: 30, 60 o 90 giorni dopo la data di acquisto?
  • In quali condizioni possono essere restituiti gli articoli: con etichetta, solo nella confezione originale, ecc.
  • Per quali prodotti posso avere un rimborso se li restituisco? 
  • Quali possono essere scambiati per un buono?

Per sapere cosa includere nelle tue politiche di spedizione e di reso, dai un’occhiata al nostro articolo su come scrivere le politiche di restituzione e spedizione.

Effettua un ordine di prova

Prima di mettere online il tuo sito web, fai un ordine di prova. In questo modo potrai eseguire la procedura di pagamento così come farebbero i tuoi clienti e renderti conto se c’è qualcosa che non funziona. Inoltre, è particolarmente importante se vendi tramite il print on demand in dropshipping, in quanto solo se ordini un campione potrai testare personalmente la qualità del prodotto e della stampa.

Effettuando un ordine di prova, puoi risolvere eventuali intoppi in anticipo ed evitare che i tuoi clienti di riscontrino problemi durante l’ordine. Puoi anche testare diversi indirizzi, prodotti e modalità di spedizione per avere la sicurezza che tutto funzioni correttamente.

7. Promuovi il tuo negozio di abbigliamento

È arrivato il momento di concentrarsi sulla promozione del tuo negozio. Ecco quali dovrebbero essere le tue priorità.

Crea i tuoi account sui social media

Una forte presenza sui social media porterà traffico al tuo negozio e aumenterà le vendite. Ogni piattaforma ha le sue sfumature e i suoi punti di forza, tuttavia ci sono delle pratiche che si applicano a tutte e che dovresti tenere sempre bene a mente.

Coerenza. Mantieni sia l’estetica sia il tono dei post coerenti sui vari canali. I clienti si abitueranno alla voce del tuo brand e alla tua programmazione, quindi fa’ che siano riconoscibili e prevedibili.

Engagement. Scopri in quali momenti della giornata ricevi più “Mi piace” e commenti, dopodiché lavora sulla pianificazione e pubblica durante queste fasce orarie per ottenere il massimo coinvolgimento dai tuoi follower. A questo proposito è molto utile spulciare i canali della concorrenza: guarda cosa pubblicano, in quali giorni della settimana e a che ora.

Strumenti di analisi. Alcune piattaforme dispongono di strumenti che ti aiutano a capire il rendimento del tuo profilo e dei tuoi post. Usali per ottimizzare i tuoi contenuti e i tempi di pubblicazione.

Biografia. Assicurati che la tua descrizione sia accurata e coerente su tutte le piattaforme. Se puoi, includi anche un link al tuo negozio.

Fonte: Casagin profilo IG

Rendi più facile lasciare recensioni sui prodotti

Vari studi dimostrano che il 93% degli utenti controlla le opinioni degli altri clienti prima di effettuare un acquisto. Le recensioni sono una prova per garantire che il tuo è un negozio affidabile.

Esistono diversi modi per richiedere recensioni, ma in generale, è meglio semplificare questo processo, lasciando i link per scrivere le recensioni su ogni pagina pertinente. E ricorda, le foto dei clienti che utilizzano il tuo prodotto sono sempre molto utili.

recensioni articoli Printful
Fonte: Printful

Studia marketing online

E infine, non smettere mai di imparare! Il mondo del marketing online è in continua evoluzione ed è necessario essere sempre un passo avanti. Leggi articoli e libri sulle strategie di marketing o esplora le innumerevoli risorse online. 

Considerazioni finali

Spero che questo articolo ti abbia fornito una panoramica generale ma precisa di tutto ciò che ti serve e dei passaggi necessari per aprire un negozio di abbigliamento online.

Come ho detto all’inizio, ci vorrà tempo e dedizione per avere successo e non solo per aprirlo e introdurti nel mercato, ma anche per mantenerlo. Una volta creata la tua collezione, di certo non si venderà da sola.

Rendilo quanto più internazionale possibile. L’Italia è la patria della moda, ma considera la possibilità di vendere fuori dai confini del territorio italiano.

Aprire un e-commerce è un’attività in divenire e ha bisogno di impegno e migliorie costanti per arrivare ad avere un business che dia ottimi risultati. Per questo, devi sempre tenere sotto controllo che tutto funzioni correttamente mentre cerchi di farti conoscere attraverso una strategia di marketing ben strutturata.

Se hai ancora dubbi su come allestire un negozio di abbigliamento online, lasciaci un commento e saremo felici di aiutarti.

Leggi anche: Come aprire un negozio online con Printful

Apri il tuo negozio di abbigliamento online
author

Da Alessandra Leone il 2 feb 2022

Alessandra Leone

Da sempre amante dei libri e del formato cartaceo, Alessandra ha successivamente sviluppato un forte interesse per il marketing e il mondo digitale. Con un background universitario in lingue, letterature e traduzione, attualmente coltiva la sua passione per la comunicazione e la linguistica dedicandosi alla creazione di contenuti web.

Da sempre amante dei libri e del formato cartaceo, Alessandra ha successivamente sviluppato un forte interesse per il marketing e il mondo digitale. Con un background universitario in lingue, letterature e traduzione, attualmente coltiva la sua passione per la comunicazione e la linguistica dedicandosi alla creazione di contenuti web.

Cerca nel blog

Dettagli

Alessandra Leone

Scritto da: Alessandra Leone

16 min di lettura 2 feb 2022

Cos'è Printful?

Printful è un servizio di stampa e dropshipping con centri logistici in tutto il mondo. Aiutiamo i nostri clienti a seguire le proprie passioni e a trasformare le idee in marchi e prodotti.

  • Registrati gratis
  • Personalizza centinaia prodotti
  • Vendi online senza magazzino
  • Raggiungi clienti in tutto il mondo

Crea prodotti unici e inizia a guadagnare con i tuoi progetti!

Inizia